Il futuro della mobilità è adesso.

La mobilità moderna, come la conosciamo oggi, è cresciuta nel tempo. Dalla prima ferrovia e dall’invenzione della dresina, poco prima della rivoluzione industriale, fino al Modello T di Henry Ford nel 1908 è trascorso praticamente un secolo. Se non consideriamo i progressi tecnologici, i mezzi di trasporto quali bicicletta, automobile e ferrovia non sono cambiati molto da allora. (A tutt’oggi i tanto promessi hoverboard sono ancora un’utopia.)

Quale rappresentante della generazione X sono per così dire un nativo di questa struttura della mobilità. Nella vita di tutti i giorni ci si sposta in bicicletta per i tragitti brevi, si usa l’auto per andare fuori città e nel fine settimana si viaggia in treno. Che cosa succederebbe tuttavia se noi, come società evoluta, per una volta premessimo il tasto «reset» e potessimo rimettere in discussione e ridefinire interamente le nostre esigenze di mobilità?

sbb-green-class-dimitri-02

«Green Class FFS» fa proprio questo.

In veste di partecipante alla ricerca ho a mia disposizione liberamente per un anno un ventaglio di possibilità di trasporto: utilizzo illimitato del treno in 1a classe, un’auto elettrica personale compresi assicurazione, costi per l’elettricità e un parcheggio alla stazione nonché gli abbonamenti per Mobility e PubliBike. In cambio acconsento a che un’apposita app di mobilità registri il mio modello comportamentale e lo sottoponga per la valutazione al team di ricerca.

Con le mie scelte tra auto propria o a noleggio, treno o bicicletta contribuiscono un poco al lavoro di ricerca e di ridefinizione radicale del comportamento di mobilità nella Svizzera del XXI secolo. Infatti i risultati della ricerca indicheranno quale mix di possibilità di trasporto preferisce un utente con un profilo simile al mio. Preferisco spostarmi da un luogo all’altro possibilmente in modo rapido, comodo o forse il più possibile ecologico? E qui sta il punto saliente: l’app mobile mostra in tempo reale il consumo di CO2, che a sua volta potrebbe influenzare la prossima scelta del mezzo di trasporto. In concreto: se noto che le emissioni per un viaggio da Zurigo a Olten con l’auto elettrica sono superiori di 1,5 volte a quelle del treno, è probabile che la volta successiva mi metterò comodo in 1a classe.

Questo progetto mi entusiasma e penso che susciterà una grande eco mediatica ben oltre i confini nazionali. La Svizzera è conosciuta a livello internazionale per la sua capacità innovativa e per il progresso e il progetto «Green Class FFS» mira ad approfittare di questa considerazione.

In veste di partecipante alla ricerca e blogger ufficiale sono lieto di raccontare qui regolarmente le mie esperienze.

Le FFS cercano 100 pionieri della mobilità che testino per un anno l’offerta combinata di mobilità «Green Class FFS»: BMW i3 totalmente elettrica con AG di 1ª classe, Mobility Carsharing e PubliBike sullo SwissPass. Scoprite subito i dettagli e candidatevi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *