Le FFS di domani: uno sguardo al futuro.

Già ora trasportiamo ogni giorno più di un milione di passeggeri e oltre 200 000 tonnellate di merci. Di anno in anno sfruttiamo le innovazioni e le nuove tecnologie per sviluppare ulteriormente i nostri servizi. Oggi ti portiamo in un viaggio nel futuro e ti mostriamo, sulla base di cinque esempi, cosa offriranno ai propri clienti le FFS di domani.

 

1. «Da Zurigo a Berna, per favore!»

Baby Talks to Dad on Phone

Consultare l’orario su Mobile FFS è già semplice, basta scorrere il dito sullo schermo. Ma in futuro lo sarà ancora di più: ti basterà chiedere l’orario al tuo cellulare. E non finisce qui, la domanda potrà essere fatta anche in dialetto. Sì hai letto bene, che sia in Walliserdiitsch, Bärndütsch o Lozärnerisch la ricerca funziona comunque! Un servizio, questo, da cui trarranno beneficio anche i nostri clienti con deficit visivi o disabilità motorie. In primavera partirà un test tra i clienti su Mobile FFS Preview. E chissà, magari un giorno potrai parlare anche con il distributore di biglietti.

Se preferisci scrivere piuttosto che parlare, abbiamo un’idea anche per te: su Facebook Messenger e su Skype presto potrai attivare il chatbot delle FFS. Potrai chattare con questo «robot» e chiedergli l’orario di partenza di un treno o il costo di un biglietto. Il chatbot risponde anche a domande di carattere generale sulle FFS. Così, in attimo, sei informato sulle novità.

 

2. Treni a guida autonoma.

Trains GIF - Find & Share on GIPHY

La rete ferroviaria svizzera è la più sfruttata al mondo. Difficile credere che la sua capacità debba essere aumentata ben del 30 percento entro il 2025! A renderlo possibile sono una pianificazione automatizzata dell’orario e l’ulteriore digitalizzazione dell’esercizio ferroviario, degli apparecchi centrali e della guida dei treni. Inoltre, stiamo studiando la possibilità di introdurre treni a guida autonoma, ma questo è veramente ancora molto lontano dalla realtà…

 

3. La stazione connessa.

Già oggi, nelle stazioni più grandi a informarti sul traffico e sulle tue prossime coincidenze ci sono tabelloni degli orari digitali e schermi a LED. Il biglietto lo compri al distributore automatico con touchscreen o, ovviamente, con Mobile FFS connettendoti alla rete Wi-Fi gratuita delle FFS.

Un assaggio di come potrebbero essere le stazioni di domani ce lo dà già ora la stazione centrale di Zurigo. L’app «La mia stazione» ti accompagna in tutta affidabilità alla meta prescelta grazie a oltre 1000 beacon, ossia piccoli trasmettitori a batteria che interagiscono con gli smartphone via bluetooth. Non dimentichiamo che i beacon non raccolgono dati, ma comunicano solo con l’app dopo il tuo consenso.

Analizziamo anche i flussi di persone in stazione in forma anonima. Le informazioni sugli spostamenti e i percorsi dei passanti ci aiutano a sviluppare le stazioni in modo mirato.

Il nostro obiettivo è fare in modo che la gente possa continuare a viaggiare in tutta semplicità, senza stress e a prezzi ragionevoli anche a fronte di un numero crescente di persone sui treni e nelle stazioni. Per riuscirci lavoriamo a stretto contatto con start-up, aziende consolidate come Google o IBM nonché università e scuole superiori.

 

4. Buon viaggio ti chiama un taxi.

Conosci già Buon viaggio? Questa nuova app ti consente di vedere in un attimo qual è il mezzo di trasporto più rapido o più economico per andare da A a B. Può essere il treno, l’auto a noleggio di Mobility o una bici PubliBike. In questo modo non programmi più i tuoi viaggi da stazione a stazione bensì direttamente da porta a porta.

The X-Files GIF - Find & Share on GIPHY

+++Breaking +++ Presto con Buon viaggio potrai anche prenotare un taxi o i servizi di Uber. +++Breaking +++

 

5. Il carro merci intelligente.

Train GIF - Find & Share on GIPHY

Di certo non possiamo sperare che i carri Cargo si mettano a fare il giro della morte, ma le previsioni per il futuro sono comunque molto allettanti: i carri merci non diventeranno solo più leggeri, più silenziosi e più pratici per il trasporto, praticamente come un ICE, ma anche più intelligenti. Grazie ad appositi sensori e a un segnale GPS, è possibile tenere sempre sotto controllo la temperatura e le vibrazioni all’interno dei carri, oltre che seguire il treno. In questo modo i nostri clienti aziendali sanno sempre in che condizioni è la loro merce, dove si trova e se arriverà puntuale.

 

Per saperne di più sulla mobilità del futuro visita questa pagina.

42 articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *