«Per Pasqua ci aspettiamo moltissimi viaggiatori»

Prima Pasqua attraverso la galleria di base del San Gottardo (GbG). Quali sfide comporta?Il pianificatore dell’offerta FFS Dimitri Berli parla dell’esodo atteso durante il ponte di Pasqua, dei 44 000 posti a sedere supplementari e delle alternative per escursionisti e visitatori.

Dimitri Berli, le FFS sono pronte ad affrontare il forte afflusso di viaggiatori atteso durante il periodo di Pasqua?

Abbiamo adottato tutte le misure possibili per riuscire a gestire il traffico pasquale. Siamo quindi sostanzialmente pronti e ci aspettiamo un numero molto elevato di viaggiatori, soprattutto verso il Ticino e l’Italia. In questo contesto, le capacità rappresentano sicuramente una grande sfida. Cerchiamo di offrire più treni di sdoppiamento possibili. In altre parole, prima o dopo un treno regolare introduciamo un treno supplementare, raddoppiando così le capacità sui collegamenti più richiesti.

C’è qualcosa in particolare che la preoccupa?

Sull’asse del San Gottardo circolano, oltre ai treni nazionali e internazionali, anche diverse linee regionali e i treni del traffico merci di transito. Pertanto, la linea è molto utilizzata e non ha quasi più tracce libere. Inoltre, i treni che attraversano la galleria di base del San Gottardo devono soddisfare particolari requisiti di sicurezza e di conseguenza non tutti i veicoli possono passare da lì. A questo si aggiunge il fatto che sull’asse del San Gottardo non è ancora possibile far circolare i treni bipiano, i quali hanno capacità nettamente superiori rispetto a quelli a un piano. Tutti questi fattori aumentano quindi la complessità dell’esercizio.

E cosa si può fare per farvi fronte?

Per il traffico verso il Ticino offriamo 44 000 posti a sedere in più. A tal fine, da un lato, facciamo circolare 25 treni supplementari e, dall’altro, rafforziamo al massimo i treni regolari con carrozze aggiuntive. Durante i giorni di punta, le persone in viaggio da Zurigo a Locarno avranno a disposizione anche treni diretti.

Cosa può dirci invece del trasporto di biciclette?

Come menzionato prima, nella galleria di base del San Gottardo vigono particolari disposizioni di sicurezza. Pertanto, sui treni che la attraversano per le bici è obbligatoria la prenotazione. In alternativa, dal Venerdì Santo al Lunedì di Pasqua, tra Zurigo e Bellinzona e viceversa circola il «Gotthard Weekender» con fermate lungo la linea panoramica del San Gottardo. È la soluzione ideale per escursionisti e visitatori, per di più dispone di molto spazio per biciclette e bagagli. Su questi treni, inoltre, non è obbligatorio prenotare il posto per la bici.

A questo punto, quali consigli di viaggio darebbe a chi ha deciso di andare verso sud per Pasqua?

La cosa più importante che mi sento di dire è: pianificate il vostro viaggio per tempo! Inoltre, ai viaggiatori diretti in Ticino consigliamo di evitare i treni EC e di prenotare i posti a sedere. Per chi parte da Zurigo la soluzione migliore è prendere i treni che partono al minuto 32. Alle persone in arrivo da Basilea/Lucerna che devono cambiare ad Arth-Goldau conviene prendere i treni che partono al minuto 18. Oltre a ciò, in generale consigliamo ai viaggiatori di usare i treni supplementari. Infine, a Zurigo, Arth-Goldau, Lugano, Locarno e Bellinzona saranno in servizio assistenti alla clientela disponibili a informare i viaggiatori.

Dimitri Beerli

Dimitri Beerli

Per informazioni e consigli di viaggio per Pasqua: FFS Orario

Per informazioni e consigli di viaggio per Pasqua: www.ffs.ch/pasqua

30 articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *