Metti una primavera a Roma.

E anche quest’anno ci siamo. È arrivata la primavera e le giornate si allungano e si fanno più calde, e con la Pasqua alle porte, a chi non viene voglia di iniziare a pianificare qualche giorno di vacanza? L’ideale per le ferie primaverili? Sicuramente le vicine capitali europee, facilmente raggiungibili in poche ore con il treno.

Un’occasione per scoprire le gemme nascoste che offre una città che abbiamo già visitato ma di cui vorremmo conoscere il lato meno conosciuto e non frequentato dal turismo di massa.

La città ideale per questo tipo di turismo è sicuramente Roma, la città eterna: immaginatevi attraversare le strade fatte di ciottoli, respirare l’odore di una pizza appena messa in forno, passeggiare lungo la strada e incontrare i monumenti storici mentre si è in procinto di vedere l’altra faccia della città e viverla come la vivrebbe una persona locale. Beh, allora continuate a leggere e vi darò qualche consiglio su come costruire questo tipo di esperienza turistica di nicchia a Roma!

Ecco i 7 posti che ho scelto per voi per trascorrere una giornata a Roma come non pensavate mai di farlo. Dalla colazione, alla merenda fino all’ammazzacaffè passando per la serata in teatro: allacciate le cinture, si parte!

 

1. Colazione.

Sant’Eustachio Il caffè: Foto Ewan Munro, flickr (CC BY-SA 2.0)

Partiamo bene la giornata con un vero e intenso caffè espresso. Prendiamoci un espresso speciale in un posto centrale e frequentato molto dagli abitanti dell’area.

Al bar ‘Sant’Eustachio il Caffè’ potete sedervi al tavolo e gustare la speciale miscela di caffè fatto con una crema segreta e conosciuta solo dai dipendenti del bar che si tramandano la ricetta da generazioni, tutto questo nella suggestiva cornice di Piazza di Sant’Eustachio. Potete anche fare la colazione italiana al completo con un buon cornetto caldo appena sfornato, una spremuta e comprare dei souvenir gastronomici per i vostri amici e parenti …. da leccarsi i baffi.

 

2. Shopping di fine settimana.

Se avete programmato i vostri giorni vacanzieri a cavallo del fine settimana allora potrete passare la mattinata a fare spese pazze al ‘Mercato Monti – Urban Market Roma’ (da settembre a giugno). Il Mercato si presenta come un luogo dove viene raccolta la creatività manuale e artigiana romana, è quindi centro per gli appassionati di prodotti unici e non standardizzati. L’ingresso è gratis e l’orario d’apertura è dalle 10 di mattina alle 8 di sera, ma ovviamente affrettatevi se non volete perdervi dei piccoli tesori nascosti.

 

3. Pranzo.

Il Open Baladin inoltre si è fatto conoscere negli anni per la sua vasta gamma di birre artigianali. Foto: Roberto Ventre, flickr, (CC BY-SA 2.0)

Rimanendo in zona centrale, ‘l’Open Baladin’ si presenta come la proposta giusta per la pausa pranzo a pochi passi da Piazza Navona. L’Open Baladin offre molte opzioni culinarie, molto consigliati sono i burger, che si possono trovare anche nella variante vegetariana e i caserecci, con un pane casareccio speciale fatto dalla casa. Il locale inoltre si è fatto conoscere negli anni per la sua vasta gamma di birre artigianali: 100 etichette di birra artigianale italiana tutte sotto lo stesso tetto e pronte ad essere assaporate. Salute!

 

4. Musei fuori dal comune

Avete già visitato tutti i musei di Roma, compreso il Museo Vaticano? Benissimo, sono veramente felice di questo perché il museo da visitare assolutamente ve lo consiglio io: il ‘Vigamus’, il Museo del Videogioco di Roma, il primo Museo in Italia dedicato ai videogiochi.

Il percorso museale prevede un tuffo nella storia dei videogiochi dagli albori ai giorni nostri che include 15 retrospettive video, 440 cimeli storici con pannelli esplicativi che vi spiegheranno meglio le funzionalità, la storicità e le curiosità sul mondo dei video games.

Vi consiglio inoltre di controllare il sito Internet del Museo per non perdervi i tanti eventi in programma come: i mercatini del retrogame, videogiochi e del mondo dei manga e degli anime, oppure i giorni dedicati alla realtà virtuale.

 

5. Pausa Gelato.

Questo è un consiglio che vi do veramente dal cuore, sono nata e cresciuta a Roma e per me questa gelateria è veramente la migliore della città: Quinto, situata in uno dei vicoli più affascinanti e pittoreschi di Piazza Navona, in Via Tor Millina n. 15. La gelateria è veramente un piccolo bijoux, sia per le sue dimensioni veramente minimali sia per il suo arredamento e esposizione degli attrezzi e oggettistica da gelateria, elementi che conferiscono al luogo un’atmosfera timeless.

Per quanto riguarda il gelato oltre al cono e alla coppetta che vi verranno invase di gelato a volontà, vi suggerisco di degustare il gelato allo yogurt con frutta fresca. Questa frutta è scelta appositamente da esperti agricoltori locali ed è veramente così fresca e matura che il profumo di questi frutti si sente già a 50 metri dalla gelateria! Quindi provare per credere! Vi consiglio questa fermata nel pomeriggio per una fresca siesta e come energizzante per il pre-serata.

 

6. Cena, teatro e dj set.

Questa è la chicca del percorso turistico che ho disegnato per voi. Normalmente quando si parla di turismo a Roma non si parla molto dei teatri locali e delle opere teatrali che vengono presentate – infatti nonostante ci siano molte opere in Italiano ciò non vuol dire che il turista non ne possa essere interessato. E quindi il luogo perfetto per gli amanti del teatro, a cui piace mangiare bene e anche ballare, è il ‘Salone Margherita’ dove potrete passare tutta la serata in un edificio in stile splendidamente Liberty.

Nel cartellone del teatro spiccano due grandi spettacoli: la classica pièce ‘La Traviata’ e ‘Roma! Canti, balli e poesia del popolo di Roma’ di Pier Francesco Pingitore, che racchiude tutta la tradizione romana in un solo spettacolo e ha come protagonista la grande Manuela Villa.

Dal 2013, il salone Margherita è stato rilevato da Nevio Schiavone che ha rilanciato il Salone Margherita con una nuova formula, facendo diventare il teatro un hub per la reinvenzione del ruolo del teatro ai giorni nostri ma mantenendo la tradizione come fil rouge. È infatti ora possibile cenare e vedere allo stesso tempo gli spettacoli dai palchetti del teatro, proprio come si faceva originalmente nell’ ‘800.

Per quanto riguarda la cena proposta durante ‘La Traviata’, dal momento in cui vi siederete potrete avere un’esperienza a 360 gradi dell’Italianità in cui tutti i 5 sensi verranno coinvolti e amplificati. Invece, se sceglierete di passare la serata con ‘Roma!’ la vostra esperienza culinaria sarà a base di sapori e cibi romani e potrete mangiare piatti come la vignarola e i fagioli con le cotiche. Dietro le pietanze si nasconde il genio, ambasciatrice della cucina Italiana nel mondo: lo chef Anna Dente.

Nella seconda serata, a seconda del periodo in cui pianificherete il vostro viaggio, avrete anche la possibilità di partecipare alle serate con grandi dj internazionali, oppure di assistere agli spumeggianti spettacoli del Burlesque.

Nevio Schiavone ci tiene a invitare ufficialmente al teatro tutti gli interessati e vi comunica il seguente messaggio: “Dopo una intensa giornata di turismo a Roma, in cui tutti i sensi estetici sono stati elevati, non potete che concludere la giornata al Salone Margherita!”

 

7. Panorama indimenticabile della città.

La Terrazza del Pincio. Foto: Francesca S, flickr, (CC BY-SA 2.0)

E per quelli che non hanno tempo e vogliono fare delle belle foto della città e averla tutta in un solo scatto? Beh, c’è la Terrazza del Pincio! Raggiungibile da Piazza del Popolo, non importa a quale ora del giorno capiterete qui, la città sarà pronta e immobile a farsi riprendere dagli occhi dei suoi visitatori in tutto il suo splendore. Da qui si possono osservare degli importanti simboli della città come la Cupola di San Pietro e Castel Sant’Angelo. Per le coppiette e i romanticoni, ovviamente consiglio di andarci al tramonto per avere un’esperienza indimenticabile, magica e cinematica.

Sono troppo curiosa di sapere quale consiglio userete, fatemelo pure sapere nei commenti se ne avete voglia. Nel frattempo vi auguro buon viaggio e buona permanenza a Roma.

 

Viaggiare comodamente nel cuore dell’Europa.

La tua pausa dalla quotidianità comincia già in treno, appena sali a bordo. Evita attese agli sportelli per il check-in e code interminabili. In treno hai tempo da dedicare a te stesso e spazio a sufficienza per muoverti liberamente durante l’intero viaggio. La cosa migliore: quando arrivi in città e il tuo bagaglio è già pronto ad aspettarti.

Approfittate ora e risparmiate 40 franchi.

3 articoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *